Cerca nel sito
CRAL 06-68809216 Turismo 06 - 95550639
Durata: 17-18 Nov / 24-25 Nov / 01-02 Dic
Località: Salerno, Cava Tirreni, Gragnano,
Prezzo: 165 €
Chiedi informazioni

Week End ammira e gusta – 1 notte

Santa Maria Capua a Vetere – Cava dei Tirreni –  Le Luci Di Salerno  – La pizza di Gragnano e i carciofi arrostiti

Bus G.T. per tutto il periodo, sistemazione in hotel 4/5 stelle (Hotel La Sonrisa, Hotel Miramare, Hotel Le Zagare, Hotel Costa), trattamento di mezza pensione, pranzo a base di pizza, panuozzo e carciofi arrostiti, bevande ai pasti, visita guidata di Santa Maria Capua Vetere, visita assistita delle luminarie di Salerno e del presepe di Cava dei Tirreni, ingresso Anfiteatro, Mitreo e Museo dei Gladiatori, accompagnatore, assicurazione medico bagagli.

WEEK END ASPETTANDO IL NATALE cr
luminarie salerno

luminarie salerno

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

1° giorno:        ROMA – SANTA MARIA CAPUA VETERE – SALERNO 

Ore 06.30 ritrovo dei partecipanti a Roma Piazzale Ostiense lato Fontana Acea, sistemazione in Bus G.T. e partenza per Santa Maria Capua Vetere. Arrivo e visita guidata dell’Anfiteatro, il Mitreo, il Museo dei Gladiatori (ingressi inclusi). L’anfiteatro Campano o anfiteatro Capuano, è un anfiteatro di epoca romana della città di Santa Maria Capua Vetere, secondo per dimensioni solo al Colosseo, al quale probabilmente servì come modello essendo stato, verosimilmente, il primo anfiteatro del mondo romano. Fu sede della prima e rinomatissima scuola di gladiatori. Ha un posto di grande importanza nella cultura classica e moderna, e nell’immaginario collettivo a livello mondiale, per essere stato il luogo da cui il gladiatore Spartaco guidò nel 73 a.C. la rivolta che per due anni tenne sotto scacco Roma negli anni immediatamente precedenti il primo triumvirato. Parte consistente delle sue pietre furono utilizzate dai capuani in epoca normanna per erigere il Castello delle Pietre della città di Capua ed alcuni dei suoi busti ornamentali, utilizzati in passato come chiavi di volta per le arcate del teatro, furono posti sulla facciata del Palazzo del comune di Capua. La struttura come tutti gli anfiteatri era a pianta ellittica e per le dimensioni contendeva il primato all’Anfiteatro Flavio di Roma con il quale condivide diverse soluzioni architettoniche, tanto da far supporre che fu utilizzato direttamente come modello per la costruzione di quest’ultimo. All’esterno l’asse maggiore misurava 170 metri mentre l’asse minore era di 139 metri. La struttura esterna disponeva di 4 piani dell’altezza complessiva di 46 metri tutti di ordine tuscanico. I tre piani inferiori constatavano di 80 arcate ciascuna di travertino e le chiavi d’arco erano ornate con busti di divinità, sette di questi sono visibili nella facciata del Palazzo Municipale di Capua, altri sono esposti nel museo. Al termine della visita, trasferimento in hotel, pranzo e sistemazione nelle camere riservate. Ore 16.00 trasferimento a Salerno e visita assistita delle luminarie di Salerno che, come per magia, avvolgono la città in mille luci e colori. Salerno è una meta assolutamente da non perdere. Con le sue antiche stradine del centro storico completamente illuminate dalle installazioni natalizie e le caratteristiche casette in legno dei Mercatini di Natale sul Lungomare Trieste, non ha nulla da invidiare ai migliori mercatini natalizi di Vienna, Strasburgo e Brussels. Un’occasione perfetta per scoprire tutto ciò che la città ha da offrire: musei, giardini, monumenti e luoghi suggestivi…Tutte le passate edizioni dell’evento Luci d’Artista, con le spettacolari opere d’arte luminose, hanno reso l’intera città di Salerno una vera attrazione turistica. Cena libera a Salerno. Ore 21.00 rientro in hotel e pernottamento

2° giorno:        CAVA DEI TIRRENI –  GRAGNANO – ROMA

Prima colazione in hotel, partenza per la visita assistita di Cava dei Tirreni: cosa succede se la cultura e la devozione francescane si mischiano alla tradizione artistica partenopea? Nasce un capolavoro. Il Presepe Monumentale custodito nel Santuario San Francesco e Sant’Antonio di Cava de’ Tirreni ne è la prova. Per secoli i frati del convento hanno allestito un grande e curatissimo presepe che occupava l’intera navata sinistra della chiesa.

Nel corso degli anni per la rappresentazione sono state raccolte statuine sempre più antiche ed importanti, molte delle quali risalenti al Settecento o all’Ottocento. Oltre 1000 metri quadri dove la storia presepiale viene mostrata in ogni sua forma ed epoca, rendendo l’opera dei frati uno dei più grandi presepi esistenti. Al temine della visita trasferimento nei pressi di Gragnano per pranzo a base di pizza, “panuozzo di Gragnano” e carciofi arrostiti, una vera bontà! Al termine del pranzo proseguimento per il rientro a Roma con arrivo previsto in serata

Per motivi tecnici l’ordine delle visite potrebbe essere modificato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: