Cerca nel sito
CRAL 06-68809216 Turismo 06 - 95550639
Data: 14 Set 2019 - 25 Set 2019
Località: Iran
Prezzo: 1600 €
Chiedi informazioni

Tesori persiani dell’IRAN

Iran c

 

Programma di Viaggio

1° giorno, 14 settembre                       ITALIA  – TEHRAN  

Partenza dall’Italia per Tehran con volo di linea Turkish Airlines (via Istanbul) All’arrivo disbrigo delle formalità doganali e incontro con assistente locale. Trasferimento in hotel e pernottamento.

2° giorno, 15 settembre                                       TEHRAN   

Pensione completa. Oggi si visiteranno alcuni dei principali musei di Teheran: il Museo Nazionale (solo la parte archeologica) ricco di una vasta collezione di oggetti e testimonianze di civiltà e dinastie antichisse come Elamiti, Medi, Achemenidi, Parti e Sassanidi; seguirà il Palazzo Reale di Golestan, residenza dei re della dinastia Qajaride e ufficio di lavoro dei monarchi Pahlavi’; si visiterà in particolare la famosa sala del trono dove sono stati incoronati gli ultimi due Scia’ di Persia. Successivamente vi sara’ la pausa pranzo, dopodicche’ vi sara’ la visita al museo dei Gioielli, in realta’ caveaut della banca centrale iraniana, dove sono custoditi i tesori della corte persiana. Nel pomeriggio, si visita velocemente e da fuori l’ex ambasciata Usa a Teheran, e successivamente vi e’ il trasferimento a Teheran nord per osservare il nuovo simbolo della citta’, il ponte Tebiat conosciuto come ponte della natura.  Pernottamento in Hotel.

3° giorno, 16 settembre                                 TEHRAN – ISFAHAN         

Pensione completa. Partenza per Isfahan. Visita nella città santa di Qom, visita al mausoleo Hazrat-e Masumeh, centro spiritual della città  che ospita la Tomba di Fatemeh, sorella dell’Imam Reza morta nel IX secolo d.C. **

Proseguimento per Kashan ove avrete l’opportunità di visitare una serie di meravigliose ex-residenze private, tra cui la splendida Tabatabaei House, costruita per la figlia di un ricco commerciante locale a meta del 19° secolo e il Giardino di Fin, uno storico giardino persiano. Il giardino fu completato nel 1590 ed e il più antico giardino oggi esistente in Iran.  Al termine si prosegue per Abiyaneh per una breve visita a questo villaggio di montagna caratterizzato dale abitazioni color ocra. Al termine proseguimento per  Isfahan e pernottamento in Hotel.

** se i partecipanti sono interessati è possibile organizzare la visita in una  scuola teologica per un incontro -dibattito con un esponente del clero sciita parlante italiano

4°/ 5°  giorno , 17 /18 settembre                                       ISFAHAN         

Pensione completa. Due intere giornate dedicate alla visita della bellissima città di Isfahan, la capitale del 17 ° secolo del regno Safavide, denominata Nesf-e-Jahan (metà del mondo), situata a 1367 metri di altitudine in una piana irrigata dallo Zayendehurd, il “fiume che dona la vita”. Si visiteranno prima il palazzo di Chehel Sotun fatto costruire da Shah Abbas II nel 17° secolo. Nel porticato le sue venti colonne si riflettono perfettamente nel bacino del parco, tanto da sembrane 40, da qui il nome “Palazzo delle 40 colonne. Poi vi sara’ nuovamente l’ingresso nella piazza Maidan-e-Naghsh-e-Jahan, sulla quale si affacciano il palazzo Ali-Qapu con le sue incantevoli sale di musica ed un balcone con vista sulla piazza da dove il re safavide guardava le partite di polo. Successivamente, visita a due delle più grandi moschee del mondo islamico: la Sheikh Lutfullah (o della Regina) e quella dello Scia’ (oggi detta Imam Khomeini). Il pomeriggio verrà dedicato interamente alla presentazione delle tecniche di artigianato ereditate dal periodo Safavide che vengono ancora oggi esercitate nel bazaar di Isfahan dai maestri, che producono tradizionalmente nelle loro botteghe, il 90% dell’artigianato dell’Iran. Le tecniche più famose sono quelle della miniature, quella dei vasi di rame (Mina), quella delle stoffe di cotone stampate a mano (Qalamkar), i gioielli fatti con il turchese estratto dalle miniere dell’Iran (Firuze’).

Riposo in albergo, cena e poi visita ai ponti di Shahrestan, Khajou e Sio-se-pol. Pernottamento in albergo.

Ad Isfahan si potrebbe girare per un mese vedendo sempre cose nuove. Il secondo giorno inizia con la visita alla moschea del Venerdì antica, una delle più grandi moschee del mondo, la cui costruzione iniziale risale addirittura al 772 d.C.. La visita prosegue con il quartiere armeno, edificato a partire dal 1602 d.C.; dopo il pranzo in un ristorante tradizionale, si proseguirà a completare gli acquisti nel bazaar e verrà concesso tempo libero.

** E’ possibile organizzare le seguenti visite facoltative: il museo della musica con piccolo gruppo musicale che suona per noi, il giardino degli uccelli, il museo di storia naturale. Pernottamento in Hotel.

6° giorno, 19  settembre                                ISFAHAN –  NAIN – MEYBOD –  YADZ      

Prima colazione e partenza la mattina presto.  Si sosterà al villaggio di Nain antico crocevia delle rotte commerciali, per visitare la Moschea (Masjed-Jameh) di epoca selgiuchide.

Trasferimento di un’ora per raggiungere la graziosa cittadina di Meybod dove si visitano la ghiacciaia, la colombaia ed il caravanserraglio antico. Pranzo in ristorante locale. Tutti e tre i monumenti sono del periodo Safavide e sono esempi superlativi delle bioarchitetture delle città desertiche persiane.

Arrivo a Yazd e visita delle torri del silenzio, struttura tipica dello Zoroastrismo, una religione sviluppatasi durante l’impero persiano nel VII-VI secolo a.C. ad opera di un sacerdote di nome Zoroastro. Si tratta di un’impalcatura di legno e argilla, utilizzata per l’eliminazione dei cadaveri, che venivano esposti agli elementi atmosferici e divorati dagli uccelli rapaci- Pernottamento in Hotel.

 

 

7° giorno, 20 settembre                                        YADZ  – KERMAN         

Dopo la prima colazione si parte per la visita di Yazd, una delle più antiche città popolate del mondo che presenta diverse moschee di straordinaria bellezza. Il tour include la visita alla Moschea Jami‘, magnifico capolavoro del XIV secolo coronato da due alti minareti dominati da un portone d’ingresso magistralmente piastrellato. Si prosegue con una passeggiata in piazza Amir Chakhmagh e con la vista della prigione di Alexnader, una madrasa del XV secolo con decorazione in stucco. Poi Tempio del Fuoco Zoroastriano e Torre del Silenzio. Al termine proseguimento per Kerman. Cena e pernottamento in hotel a Kerman.

8° giorno, 21 settembre                                       KERMAN          

Prima colazione in hotel. All’arrivo visita della Moschea Jami‘ di Kerman che risale al 14° secolo è ed a tutt’oggi in ottimo stato di conservazione con i suoi tetti blu luccicanti senza minareti, ampiamente modernizzato durante il periodo Safavide. Si vista poi la piazza Ganj Ali’ Khan con l’hamam (complesso termale) ed il caravanserraglio; a concludere la visita la Moschea del Venerdì. Partenza alla volta della cittadella di Rayen, oggi più grande cittadella in mattoni del mondo (dopo la distruzione di Bam a seguito del terremoto del 2003). La cittadella di Rayen o Arg-e-Rayen, risalente all’epoca sassanide e abitata sino a poco tempo fa, ricopre una superficie di quattro ettari, è circondata da possenti mura di cinta, con 16 torri di guardia ed è divisa in quartieri nei quali si trovano le abitazioni ed il bazaar. Ritorno in direzione di Mahan e a circa 6 chilometri dalla cittadina si ammirerà il giardino Shahzadeh (o del Principe) del 19° secolo, di epoca Qajaride, patrimonio UNESCO. Dopo il riposo nel giardino trasferimento verso il villaggio di Shahdad. Qui effettueremo un’escursione nel deserto per vedere i Kalut, le conformazioni a forma di torre create nel deserto di Lut dal vento. Cena nel villaggio di Shahdad e poi ritorno a Kerman e pernottamento.

9° giorno, 22 settembre                    KERMAN – NEYRIZ – SARVESTAN – MAHARLU – SHIRAZ         

Dopo la prima colazione lasciamo Kerman in direzione di Shiraz. In questa giornata si possono osservare paesaggi unici, deserti, laghi salati, vette innevate, praterie, immagini di un Iran selvaggio e di come potevano essere le contrade attraversate secoli fa dai carovanieri sulla via della seta.  Sosta a Neyriz, e visita alla moschea del venerdì del decimo secolo. Poi arrivo a Sarvestan, per la visita al palazzo di Bahram, del quinto secolo d.C., uno dei meglio conservati al mondo del periodo Sassanide, dove sarà possibile osservare gli archi che sono poi passati nelle moschee islamiche e nelle chiese gotiche. Visita al lago Maharlu, dove il fondale è rosa e violaceo, per via della sostanza organica degli esseri in decomposizione, intrappolati sotto una coltre di sale. Se si ha la fortuna di visitarlo dopo una pioggia, si osserva una delle più  particolari bellezze naturali dell’Iran. Un lago poco profondo che appare viola o rosa, a seconda del momento del giorno.  Cena in hotel e pernottamento.

10° giorno, 23 settembre                                     SHIRAZ (Persepolis)  

Dopo la prima colazione partenza al mattino presto per Pasargadae, città dell’antica Persia e dal 2004 parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Visita (dall’esterno) della Tomba di Ciro il Grande. Si continua poi con una sosta a Persepolis – la gemma dell’antica Persia, fondata nel 518 aC da Dario I. Visita del Palazzo Primavera fatto costruire da Dario I per celebrare le feste di inizio anno. Riprendiamo il viaggio verso Shiraz e sulla strada, a soli 6km, sosta a Naqsh-e Rostam, necropoli composta da quattro tombe scavare nella roccia a un’altezza elevata rispetto al suolo. Queste tombe sono state attribuite senza. Rientro a Shiraz per cena e pernottamento.

11° giorno, 24 settembre                                     SHIRAZ  

Prima colazione. Giornata intera dedicate alla visita di Shiraz. Si comincia con la visita al complesso di Zandiyeh con la sua imponente Cittadella Karim Khan che domina il centro della città. Si proseue con la visita alla tomba del grande maestro della letteratura persiana Saadi. E’ la volta della moschea Nasir ol-Mulk (conosciuta anche come la Moschea Rosa) una moschea unica e rinomata in tutto il mondo per le sue tecniche architettoniche e i suoi temi decorativi. A questo punto procediamo con la visita del Narenjestan Museum, un padiglione riccamente adornato con una combinazione  di elementi decorativi, e con la moschea di Shah e Cheragh. Cena e pernottamento a Shiraz.

12°giorno, 25 settembre                                SHIRAZ – ITALIA

In tempo utile trasferimento in aeroporto e  volo di rientro per  l’Italia, secondo disponibilità