Cerca nel sito
CRAL 06-68809216 Turismo 06 - 95550639
Data: 14 Ott 2018
Tags ,
Località: Pompei e le Ville di Stabiae
Prezzo: 60 €
Chiedi informazioni

Pompei e le Ville di Stabiae- Giornaliera

Bus G.T. per tutta la durata del viaggio, visita guidata di Pompei e Ville di Stabiae, ingresso  gratuito alla Ville di Stabiae, pranzo tipico in ristorante bevande incluse, assicurazione medico-bagaglio


DAY TRIP POMPEI E VILLE STABIAE 14 OTT cr

 

villa-stabiae

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

Ore 07.00 raduno dei partecipanti a Roma Piazzale Ostiense lato Fontana Acea, sistemazione in Bus G.T. e partenza per Pompei. Arrivo e visita guidata degli Scavi: Inizialmente gli scavi furono effettuati in maniera non sistematica, con il mero obiettivo di recuperare oggetti e decorazioni di pregio. Solo nel 1763, quando fu rinvenuta a Porta Ercolano un’iscrizione che ne riportava il nome, si ebbe la certezza che quei resti appartenessero alla antica Pompei e non, come alcuni ipotizzavano, a Stabia. Con il dominio francese, in pieno periodo illuministico, la ricerca fu tesa a ricostruire la topografia della città attraverso estesi scavi. Con il ritorno dei Borbone, gli scavi proseguirono sopratutto nella parte nord occidentale della città, dove ci furono ritrovamenti sensazionali come la Casa del Fauno. Nel Novecento con Amedeo Maiuri l’estensione degli scavi raggiunse i 44 ettari, e furono realizzate numerose attrezzature per facilitare la fruizione turistica del sito. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita guidata presso la collina di Varano, che con i suoi resti archeologici offre un esempio delle cosiddette ville di otium, con impianti termali, portici e ninfei elegantemente decorati, esedre e terrazze con vista sul mare. La prima villa che s’incontra nel percorso archeologico è Villa San Marco, così denominata per la cappella settecentesca dedicata al Santo, che sorgeva nella zona nel ‘700. L’originario impianto assiale di epoca augustea fu modificato in età claudia, con l’aggiunta di un giardino con triportico e piscina, e di un porticato superiore con colonne tortili. Segue Villa Arianna, così chiamata per la grande pittura mitologica rinvenuta sulla parete di fondo del triclinio, è in parte ancora interrata. Al termine partenza per Roma con arrivo previsto in serata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: