Cerca nel sito
CRAL 06-68809216 Turismo 06 - 95550639
Data: 30 Dic 2018 - 02 Gen 2019
Tags
Località: Emilia Romagna
Prezzo: 405 €
Chiedi informazioni

Capodanno in Romagna con il bus GT

Bus G.T. per tutti i trasferimenti e le escursioni in programma, sistemazione presso Hotel Union o similare, trattamento di pensione completa con cenone e veglione di Capodanno e animazione musicale, pranzo di Capodanno – bevande incluse in tutti i pasti, serata danzante, Visite guidate come da programma, Accompagnatore, assicurazione medico-bagaglio.


CAPODANNO IN ROMAGNA

 

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

1° GIORNO:                Roma – Riccione – Santarcangelo di Romagna

Incontro dei partecipanti nei luoghi convenuti, sistemazione in Bus G.T. e partenza per Riccione. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere, pranzo. Nel pomeriggio escursione a Santarcangelo di Romagna cittadina con la tipica struttura di borgo fortificato medievale, con la sua rocca malatestiana addossata ad un’estremità del colle: passeggiata nel centro storico, alla scoperta di viuzze e scalinate che conducono a piazzette su cui si affacciano antiche botteghe artigiane ed osterie tra cui il museo del bottone. Visita della settecentesca Chiesa Collegiata, Visita, su richiesta, alla bottega dell’antico Mangano per la stampa romagnola. Rientro in hotel, cena e serata danzante con musica dal vivo. Pernottamento

2° GIORNO:                Mombaroccio – Riccione

Prima colazione in hotel e partenza per la visita guidata di Mombaroccio, antico borgo prima governato dai Malatesta poi dagli Sforza, ricco di chiese le più importanti da un punto di vista artistico sono senz’altro l’antica chiesa parrocchiale di S. Vito e Modesto, eretta nel XIV secolo, e la Chiesa di San Marco. Quest’ultima fu fatta costruire nel 1424 e di quell’antico periodo conserva il bellissimo portale con bassorilievo in marmo raffigurante il Leone di San Marco.

La chiesa, nelle Sale della Sacrestia, ospita anche il Museo dell’Arte Sacra in cui è possibile ammirare diversi oggetti di culto e pezzi di arte sacra provenienti da chiese e conventi della zona. Gli altri caratteristici musei di Mombaroccio da visitare sono il Museo della Civiltà Contadina, il Museo del Ricamo e il Laboratorio di Galileo e Guidobaldo, dedicato alla scienza e all’opera in questo campo di Guidobaldo Del Monte, mecenate di Galileo. Rientro in hotel, pranzo e pomeriggio libero a Riccione. In serata gran cenone di Capodanno con musica dal vivo e balli fino a notte fonda. Pernottamento

3° GIORNO:                Verucchio

Prima colazione in hotel, mattinata libera. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio escursione con guida a Verucchio, dove è possibile visitare la Rocca Malatestiana una delle più grandi e meglio conservate fortificazioni Malatestiane, qui nacque il mastin vecchio Malatesta di Verucchio capostipite dei Malatesta che conquistò Rimini nel 1295, ricordato da Dante nella divina commedia. Visita del museo archeologico situato nel monastero dei Padri Agostiniani del XIII sec., il museo espone reperti unici rinvenuti nella necropoli Verucchiesi all ‘epoca Villanoviana risalente al IX sec.  A.C.  Rientro in hotel, cena e pernottamento

4° Giorno:                  San Mauro Pascoli – Roma

Prima colazione in hotel e partenza per visita guidata di San Mauro Pascoli: Il Museo Casa Pascoli rappresenta, insieme alla Torre (Villa Torlonia), il centro della memoria pascoliana: il ricordo dei momenti trascorsi a San Mauro durante l’infanzia e la giovinezza rendono questo luogo carico di suggestioni. La poesia di Giovanni Pascoli nasce proprio qui, nel ricordo di un periodo felice che ritorna continuamente nella sua opera, di quell’infanzia spensierata e improvvisamente infranta da una fucilata che colpisce il padre Ruggero il 10 agosto 1867.

Pascoli vive in questa casa stabilmente fino a sette anni di età, per poi trasferirsi coi fratelli maggiori al collegio di Urbino, trascorrendo a San Mauro l’estate. Prima di essere venduta a privati, nel 1880, essa appartiene ai fratelli Pascoli e il poeta, durante gli anni universitari di Bologna, vi fa spesso ritorno. È proprio in uno dei tanti suoi rientri a casa, che Giovanni scrive la prima stesura della celebre lirica Romagna, oggi conservata presso il Museo. Il percorso di visita è arricchito da due postazioni multimediali che, oltre a consentire l’approfondimento della vita e della poetica di Giovanni Pascoli, creano un’atmosfera fortemente suggestiva attraverso l’ascolto di testi poetici e ricordi interpretati dal noto attore Lino Guanciale.  Rientro in hotel, pranzo e partenza per il rientro in sede

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: